Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Comunicato stampa
 
Incontro-dibattito sul doping con la presentazione del libro "Il doping e le sostanze dopanti"
Iniziativa organizzata congiuntamente da Regione Umbria, Ussi e Coni.
 
Lunedì 18 giugno 2012 alle ore 17.00
Perugia, Sala della Partecipazione (Regione Umbria)
 
PERUGIA – Un incontro-dibattito sul doping con la presentazione del libro "Il doping e le sostanze dopanti" si svolgerà a Perugia lunedì 18 giugno alle ore 17.00 presso la Sala della Partecipazione della Regione Umbria. Tema centrale del dibattito, la conoscenza e la prevenzione del doping attraverso l'analisi dei dati e delle più recenti scoperte nel campo delle sostanze dopanti. All'iniziativa organizzata congiuntamente da Regione Umbria, Ussi e Coni, parteciperanno il dottor Fausto Bartolini (direttore del Dipartimento assistenza farmaceutica ASL 4 Terni e consulente del Coni Umbria per le attività di ricerca concesse al doping), autore del libro con la professoressa Maria Grazia Giovannini e il professor Domenico E. Pellegrini-Giampietro; gli assessori regionali Franco Tomassoni (Tutela della salute, Programmazione e organizzazione sanitaria) e Fabrizio Felice Bracco (Beni culturali, Spettacolo, Turismo e Sport); il presidente del Coni Umbria Valentino Conti; il presidente della Maya Idee, casa editrice del libro, Gianluigi Cussotto. Coordinerà Remo Gasperini, presidente regionale Ussi (Unione Stampa Sportiva Italiana). Alla presentazione è stato invitato il generale Cosimo Piccinno, Comandante dei Nas dei Carabinieri. Nel corso del dibattito, sul delicatissimo tema del doping si confronteranno anche gli operatori sanitari con i rappresentanti delle federazioni sportive e del mondo della scuola.
Il dibattito, che focalizzerà l'attenzione dei presenti sullo sport e sul grande problema del doping, avrà quindi come spunto iniziale quello del progetto editoriale "Il doping e le sostanze dopanti" (riassume le moderne definizioni di doping con elenchi aggiornati delle sostanze indicate come tali, offre una lettura a 360° del fenomeno, suggerisce alcune piste di intervento in ambito di educazione sanitaria), progetto che rientra nell'esigenza di informare i cittadini (in primo luogo è rivolto agli sportivi e a tutti gli operatori socio-sanitari vicini al mondo dello sport) circa le corrette pratiche da rispettare per "vivere al meglio la propria salute", pratiche che quindi possono riguardare il corretto uso di farmaci.
Il doping infatti coinvolge migliaia di giovani in Italia, e non solo atleti professionisti, ma soprattutto atleti amatoriali e frequentatori di strutture sportive. Così, negli ultimi anni l'utilizzo di sostanze e di pratiche mediche a scopo di doping è molto aumentato, sia a livello agonistico ma soprattutto a livello amatoriale. Il fenomeno del doping assume quindi dimensioni preoccupanti, perché mette a rischio la salute dell'individuo e perché pervade sempre più il mondo dello sport amatoriale, interessando una popolazione ampia di sportivi, soprattutto giovani. "Da sempre il Coni – afferma il presidente regionale Valentino Conti – ha voluto inserire tra i suoi compiti istituzionali quello di informare e insegnare agli sportivi un corretto stile di vita, affrontando tutti gli aspetti che possono influenzare i percorsi di uno sportivo, ivi compreso l'uso di sostanze che possono ricadere nelle classi vietate per doping. Ma doping molto spesso è anche l'abuso di farmaci considerati 'puliti'. Il mondo sportivo va quindi in tutti i modi difeso da queste cattive pratiche, che puntano a danneggiarlo nella sua immagine oltre che a creare danni irreparabili per la salute degli sportivi stessi". In questo contesto continua pertanto la promozione di una vasta campagna di informazione e di formazione che coinvolge a tappeto tutte le istituzioni regionali e le strutture che sono a contatto con la figura dello sportivo, a partire dalle scuole, alle palestre, fino ad arrivare alle famiglie, e ad altri operatori sanitari quali i farmacisti e i medici di Medicina generale.
 
Ufficio Stampa Coni Umbria
Danilo Nardoni
349.1441173

bann sportdiclasse

Banner 2