Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Grandi soddisfazioni per l'atletica leggera umbra ai campionato italiano assoluto Tre medaglie, un oro un argento e un bronzo, oltre a un quarto e due quinti posti. Conquista la medaglia d'Oro Giovanni Faloci nel lancio del Disco, quest'anno capace di lanciare oltre i 65 metri (minimo per i mondiali). L'altotiberino cresciuto a Città di Castello e in forza alle Fiamme Gialle ha vinto grazie ad un miglior lancio a 59.92. Le medaglie sono arrivate tutte nella giornata conclusiva con Eugeniu Ceban della Libertas Orvieto (nella foto) che aveva aperto la domenica di festa con l'argento nell'asta a quota 5.05 . Emozionante la gara del getto del peso vinta all'ultimo lancio dalla favoritissima e pluricampionessa italiana Chiara Rosa con 16.10 un centesimo in più di Michella Obijiaku e 4 della portacolori dell'Arcs Cus Perugia Monia Cantarella che ritorna sul podio con un super ultimo lancio. Un pizzico di rammarico per il quarto posto di Alessandra Lazzari (Arcs Cus Perugia) nell'asta a cui non è bastato il 4.10 al secondo tentativo per salire sul podio. Buono il quinto posto dello spoletino Alessio Costanzi (Imola Sacmi) nel disco, posizione consolidata con il 50.19 dell'ultimo tentativo.

Quinto, nella giornata di sabato, Roberto Paoluzzi (Libertas Orvieto) nel decathlon mentre hanno chiuso all'ottavo posto Eleonora Schertel (Arcs Cus Perugia) nell'alto e la ternana Serena Argenti (Bracco Milano) nel martello. 

Congratulazioni ad atleti, tecnici e dirigenti da tutto il Coni dell'Umbria 

 

Nella foto Eugeniu Ceban (foto Colombo/FIDAL)

bann sportdiclasse

Banner 2