Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Vittorie e piazzamenti di prestigio continuano ad accompagnare il Fuxiateam, che anche in occasione delle gare di Vittorito si è confermato scuderia leader dell’endurance italiano. In bacheca sono andati il primo posto di Carolina Tavassoli Asli e il successo nel premio Best condition di Rosebrae Oasis nella CEI2*, oltre al secondo posto di Costanza Laliscia nel campionato italiano junior e young riders, che la conferma come l’amazzone più vincente della storia a livello nazionale.

A portare la scuderia della presidente Simona Zucchetta sul gradino più alto del podio della CEI2* 120km sono state Carolina Tavassoli Asli e Rosebrae Oasis, femmina araba di 10 anni, protagoniste di una prova di grande spessore tecnico. Hanno vinto alla media di 18,111 km/h, imponendo sin dall’inizio un ritmo tale da avere la meglio su un lotto di avversari di prim’ordine, guidato dal brasiliano Felipe De Azevedo Morgulis-Saiph Sbv (eliminato al terzo controllo veterinario) e Matteo Bravi-Alaysia, finito secondo a 12”. La prova di forza e di carattere del binomio del Fuxiateam è stata poi ribadita dall’assegnazione del premio Best condition, riservato al cavallo che ha terminato la gara nelle migliori condizioni, proprio a Rosebrae Oasis.

Altrettanto brillante è stata la prestazione di Costanza Laliscia e Assim du Barthas, secondi alla media di 20,855 km/h nel campionato italiano junior e young riders vinto da Camilla Coppini in sella a Antares by Nimroz. Ritmo alto e velocità sostenute per il binomio del Fuxiateam, che nell’ultimo dei quattro giri, pur coperto alla ragguardevole media di 25,913 km/h, ha dovuto fare i conti con un nuovo allungo da parte dei battistrada. La medaglia d’argento conquistata da Costanza Laliscia, nella stessa gara in cui l’altro binomio del Fuxiateam - Filippo Cingolani e Cazon Polaco – ha centrato il decimo posto, ha comunque un gusto molto particolare, visto che ne rafforza la leadership in fatto di palmarès: nessuno in Italia ha vinto quanto lei, che ha all’attivo due vittorie e un secondo posto nei campionati italiani assoluti e tre vittorie e un secondo posto nei campionati junior e young riders.

 

bann sportdiclasse

Banner 2